portale istituzionaleportale istituzionale
bibliomediatecabibliomediateca
introduzione a due saggi di Roman Vlad su Alexandr Skrjabin e Pietro Scarpini
giovedì 18 novembre, ore 18 - ingresso libero
Introduzione a "Skrjabin tra cielo e inferno" e "Scarpini interprete di Skrjabin"
due saggi di Roman Vlad

INGRESSO LIBERO

Il Prof. Bruno Cagli e il Prof. Enzo Restagno, in presenza dell'autore, introdurranno i saggi appena pubblicati da Passigli editore.

Skrjabin tra cielo e inferno
L'importanza, la complessità e il valore innovativo dell'opera del grande musicista russo Aleksandr Skrjabin (1872-1915) sono argomenti diffusamente dibattuti. In questo studio Roman Vlad ne ripercorre l'intera carriera di esecutore e di compositore, dall'opera giovanile incompiuta alle rivelazioni esoteriche del "Prometeo", dall'esperienza della 'sinestesia' al ruolo fondamentale di Skrjabin nella rivoluzione della musica moderna e alla sua influenza su Stravinskij e Schoenberg.

Scarpini interprete di Skrjabin
Questo libro è inteso a illuminare la figura di Pietro Scarpini (1911-1997), il pianista che più di ogni altro ha contribuito a far conoscere in Italia la musica di Skrjabin, restituendo così la figura di uno dei maggiori pianisti che l'Italia abbia mai avuto, ma che oggi è praticamente dimenticato. Un artista che ha servito con profetico ingegno e con totale abnegazione la musica nei suoi valori più alti e profondi. Per completare la descrizione delle sue straordinarie capacità esecutive e interpretative, vengono evocate anche le sue memorabili interpretazioni dell'ardua Sonatina seconda di Ferruccio Busoni e l'eccezionale realizzazione, in qualità di pianista e direttore, di Arnold Schönberg.

Roman Vlad, nato in Romania nel 1919 e naturalizzato italiano, ha pubblicato importanti volumi su Stravinskij, Dallapiccola, la musica moderna e la dodecafonia, ed è una figura centrale della vita musicale italiana e internazionale degli ultimi decenni. Allievo di Alfredo Casella, ha esercitato le attività di compositore e di pianista ed è un musicologo apprezzato in tutto il mondo.
Ha occupato anche alte cariche in varie istituzioni musicali: direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana, Direttore Artistico del Teatro Comunale di Firenze, Direttore Artistico dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, Presidente dell'Accademia Filarmonica Romana. E' stato inoltre Direttore Artistico del Teatro alla Scala di Milano e Sovrintendente del Teatro dell'Opera di Roma.
Ha tenuto corsi di musicologia in Europa, in America e in Giappone, è stato il direttore della sezione musica dell'Enciclopedia dello spettacolo e direttore della Nuova Rivista Musicale Italiana, oltre che della CISAC (Confédération Internationale des Auteurs et Compositeurs). E' accademico dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
data pubblicazione: 21.10.2010
menu
santacecilia.it
www.santacecilia.it
bibliomediateca.santacecilia.it
partner
IBM   Arcus   Note in archivio
© 2010 ANSC . tutti i diritti sono riservati Tutti i diritti riservati. CREDITS . policy del sito