portale istituzionaleportale istituzionale
bibliomediatecabibliomediateca
Convegno e concerto - Giovanni Sgambati 1914-2014
dal 19 al 21 novembre
Giovanni Sgambati (1841-1914), pianista e compositore, svolse una fervida e meritoria attività per un rinnovamento della vita musicale romana e poi italiana, promuovendo l'interesse per la musica strumentale, sinfonica e da camera e contribuendo a far conoscere la musica d'oltralpe.

Fanciullo prodigio, fu allievo di Liszt e legato da amicizia e stima a Richard Wagner, grazie al quale pubblicò le sue prime composizioni. Accademico ceciliano, con Ettore Pinelli fondò il Liceo musicale, la Società orchestrale romana e il "Quintetto della Regina".

Nel centenario della sua morte l'Accademia e la Fondazione Istituto Liszt, con la collaborazione delle maggiori istituzioni musicali e musicologiche romane, lo ricordano con una riflessione sulla sua opera e la sua influenza sulla cultura musicale dell'Italia unita.

Teatro Studio Gianni Borgna
Giovedì 20 novembre, ore 19.30
Concerto
Stefano Greco, pianoforte
INGRESSO LIBERO


J. S. Bach, Preludio e Fuga in Do maggiore BWV 870
W. A. Mozart, Fuga in Do maggiore KV 394
J. S. Bach - Franz Liszt, Preludio e Fuga BWV 543
Giovanni Sgambati, Preludio e Fuga op. 6 in Mi bemolle minore
Giovanni Sgambati, Toccata op. 18
Giacomo Puccini, Fuga in Do minore, trascrizione per pianoforte di Stefano Greco
Alfredo Casella, Toccata op. 6
Goff redo Petrassi, Toccata
Ferruccio Busoni, Toccata

Il concerto mette in luce le connessioni tra gli autori della grande radizione mitteleuropea, le loro composizioni contrappuntistiche e quelle di Sgambati e poi delle nuove generazioni alle quali egli passò il testimone.
Stefano Greco ha suonato in alcune tra le maggiori sale in Europa, Stati Uniti, Canada e Giappone e ha appena inaugurato la stagione del Festival di Castelton, creato da Lorin Maazel, con un concerto in sua memoria. Tra i vincitori del concorso internazionale Glenn Gould, è stato anche Top Winner nell'Ibla Grand Prize International Piano Competition dove ha ricevuto la menzione speciale Bach,
autore al quale dedica la maggior parte delle sue interpretazioni e incisioni e dei suoi studi, conferenze, insegnamenti e pubblicazioni. È anche direttore artistico del Bach International Clavier Festival a Bruxelles.


MUSA
mercoledì 19 novembre / venerdì 21 novembre
Convegno di studi

Il programma sarà articolato come segue:

mercoledì 19 novembre
Prima sessione: dalle 15,00 alle 19,30
Al centro della vita musicale romana presiede Agostino Ziino
Annalisa Bini, Socio Onorario, Distinto o Esercente: Giovanni Sgambati e l'Accademia di Santa Cecilia
Daniele Carnini, Sgambati nell'archivio della Filarmonica romana
Paola Canfora, I rapporti fra Sgambati e gli editori tedeschi
Markus Engelhardt, Sgambati e il culto della memoria musicale
Carlo Maria Fiorentino, Giovanni Sgambati al Quirinale
Rita Fioravanti, L' Archivio Sgambati conservato nella Biblioteca Casanatense di Roma

giovedì 20 novembre
Seconda sessione: dalle 9,30 alle 13,00
Nella cerchia di Liszt presiede Rossana Dalmonte
Mariateresa Storino, Sgambati, Liszt e Jessie Laussot
Eleonora Simi Bonini, Un cardinale e due musicisti. Hohenlohe, Liszt e Sgambati
Gaia Bottoni, Gli allievi romani di Liszt
Biancamaria Antolini, Sgambati nei salotti romani
Francesca Vacca, Il progetto di Ettore Pinelli per una Società romana del quartetto (1868)
Sabine Meine, I rapporti di Sgambati con la comunità tedesca a Roma

Terza sessione: dalle 15,00 alle 18,30
Il compositore presiede Franco Piperno
Simone Caputo e Daniele Mastrangelo, Per un catalogo delle opere di Giovanni Sgambati
Luca Aversano, La musica da camera di Sgambati fra tradizione tedesca e strumentalismo italiano
Rossana Dalmonte, Le liriche da camera
Antonio Rostagno, La musica sinfonico corale
Domenico Carboni, Le sinfonie di Sgambati

venerdì 21 novembre
Quarta sessione: dalle 9,30 alle 11,00
Pianista e didatta presiede Giorgio Sanguinetti
Daniela Macchione, Il Formulario del pianista Sgambati
Cristina Cimagalli, Sgambati, D'Arcais e l'insegnamento musicale pubblico ai dilettanti
Maria Selene Sconci, Il salotto-studio di Piazza di Spagna 93. Arredi e cimeli al Museo Nazionale degli strumenti musicali

Tavola rotonda: dalle 11,30 alle 13,00
Eseguire Sgambati oggi modera Matteo D'Amico, partecipano Francesco Attardi, Francesco Caramiello,
Stefano Greco, Guido Salvetti, Ennio Speranza

Con la collaborazione di:
Biblioteca Casanatense, Conservatorio di Santa Cecilia, Università di Roma La Sapienza, Università di Roma Tor Vergata, Università Roma Tre, Società Italiana di Musicologia, Istituto Storico Germanico di Roma, Accademia Filarmonica romana, Museo Nazionale degli strumenti musicali, Istituto Italiano per la Storia della Musica
data pubblicazione: 17.11.2014 - 21.11.2014
menu
santacecilia.it
www.santacecilia.it
bibliomediateca.santacecilia.it
partner
IBM   Arcus   Note in archivio
© 2010 ANSC . tutti i diritti sono riservati Tutti i diritti riservati. CREDITS . policy del sito